Calabroni: un rimedio naturale per catturarli velocemente

Calabroni: un rimedio naturale per catturarli velocemente

I calabroni continuano ad essere tra animali più pericolosi nel nostro paese.
Le femmine dotate di pungiglione, possono provocare punture molto dolorose e nei soggetti allergici anche shock anafilattici.

Avete avvistato degli esemplari che scorazzano nel vostro giardino? Se volete tentare di catturarli con una trappola naturale a base di sostanze zuccherine, vi aiutiamo a realizzarne un esempio.

VI SCRIVIAMO POCHI E SEMPLICI PASSAGGI CHE VI AIUTERANNO A COSTRUIRE LA TRAPPOLA:

-Procuratevi una bottiglia di plastica da 1,5 lt.
Tagliatela sulla parte superiore, quella più vicina al tappo.
Versate al suo interno zucchero e residui di frutta in piccoli pezzi.
-Riscaldate un ago e forate la bottiglia in due punti in modo da farci passare un fil di ferro o uno spago.
Legatela al ramo di un albero.
Posizionate la trappola ad una certa distanza di sicurezza da dove abitualmente vi trovate e nel giro di qualche giorno, con molta probabilità, la bottiglia si riempirà di calabroni. La poltiglia, cominciando a fermentare, attirerà gli insetti al suo interno e rimarranno intrappolati.

Per conoscerli meglio consulta la nostra pagina relativa a vespe e calabroni:

INFESTANTI>VESPE E CALABRONI