Eliminare le formiche: alcuni rimedi naturali

Eliminare le formiche: alcuni rimedi naturali

Sei stanco di trovare sempre le solite formiche che invadono tutti i tuoi spazi? Ecco alcuni rimedi naturali per eliminare le formiche dalla tua casa. Prova ad utilizzare questi semplici e pratici consigli per tenere le formiche lontane da casa e dal giardino. I rimedi naturali – Legna e rami di alberi non devono trovarsi vicino casa. – Stuccate i punti cruciali di passaggio per le formiche come i davanzali delle finestre. – Cercate sempre di eliminare ogni traccia di cibo sia all’esterno che all’interno. – Provate a spargere dei chicchi di caffè, che loro detestano, intorno alle porte e alle finestre. – Provate a piantare menta piperita o sbriciolare delle foglie di menta sempre introno all’ingresso della casa e del giardino, detestano anche queste...
Cimici dei letti: problema negli hotel e come comportarsi

Cimici dei letti: problema negli hotel e come comportarsi

Sembra ormai certo, secondo diverse fonti, che sia diventato un problema diffuso quello di trovare cimici dei letti in diversi hotel soprattutto degli Stati Uniti. Anche in quelli apparentemente puliti e certamente costosi per le nostre tasche. Se il personale dell’hotel saprà come risolvere la questione, sicuramente ci sarà una buona probabilità di ripulire prima che gli insetti invadano la stanza. Intanto vi suggeriamo alcuni pratici consigli per vi aiuteranno a comportarvi nel modo giusto. COME COMPORTARSI: – Arrivato in camera controlla accuratamente tutti gli ambienti ricordandovi di non appoggiare nessun indumento sul letto. – Se controllando la camera, ti accorgi della presenza di questi piccoli insetti segnalalo alla reception. Ricordati che i luoghi più frequentati dalle cimici sono materassi, infissi, mobili e vestiti. – L’hotel potrà cambiarti stanza, rimborsarti o trasferirti in un hotel non troppo lontano dalla zona. Dopo aver trovato tracce di infestazione nella camera del tuo albergo cerca di non infestare anche la tua casa tornando dal viaggio! CONSIGLI UTILI PER NON RIPORTARE A CASA LE CIMICI DEI LETTI: – Come già suggerito, non appoggiare nessun indumento sul letto – Chiudi gli indumenti in apposite buste sottovuoto. – Arrivato a casa fai una doccia calda, lava tutti i vestiti a circa 60° e metti la tua valigia in quarantena Per conoscerli meglio consulta la nostra pagina relativa alle cimici dei letti:...
Scarafaggi e blatte: alcuni rimedi naturali per eliminarli

Scarafaggi e blatte: alcuni rimedi naturali per eliminarli

Volete provare ad allontanare i piccoli e fastidiosi scarafaggi trovati in casa? Vi suggeriamo qualche consiglio al naturale che potrebbe aiutarvi nel momento giusto. Ovviamente questi rimedi non saranno efficaci se è in corso un’elevata infestazione, ma se ne avvistate qualcuno in ambito casalingo, potete provare ad eliminarli usando questi pratici consigli. Ne esistono diversi, basta capire quello che fa al caso vostro e perdere qualche minuto per la preparazione. PRIMO CONSIGLIO AL NATURALE: Provare a lavare i pavimenti con acqua e aceto perchè riuscendo ad eliminare tutti gli odori, l’aceto crea un’azione frenante nei confronti degli scarafaggi. Potete anche utilizzare il sapone spruzzandolo, come acqua saponata tramite un flacone spray, direttamente sugli scarafaggi. SECONDO CONSIGLIO AL NATURALE: Provate a mescolare tre cucchiai di zucchero con 3 di gesso o cemento bianco e cospargetelo negli angoli della casa e dietro ai mobili. Se non avete bambini piccoli la soluzione migliore è quella di fare delle palline con questo composto distribuendole in tutta casa. TERZO CONSIGLIO AL NATURALE: Provate a spruzzare sul battiscopa un infuso naturale di erba gatta, cuocendone una piccola quantità in acqua, che funge da repellente grazie al suo principio attivo non tossico per gli uomini. Per conoscerli meglio consulta la nostra pagina relativa a blatte e scarafaggi:...
Calabroni: un rimedio naturale per catturarli velocemente

Calabroni: un rimedio naturale per catturarli velocemente

I calabroni continuano ad essere tra animali più pericolosi nel nostro paese. Le femmine dotate di pungiglione, possono provocare punture molto dolorose e nei soggetti allergici anche shock anafilattici. Avete avvistato degli esemplari che scorazzano nel vostro giardino? Se volete tentare di catturarli con una trappola naturale a base di sostanze zuccherine, vi aiutiamo a realizzarne un esempio. VI SCRIVIAMO POCHI E SEMPLICI PASSAGGI CHE VI AIUTERANNO A COSTRUIRE LA TRAPPOLA: -Procuratevi una bottiglia di plastica da 1,5 lt. –Tagliatela sulla parte superiore, quella più vicina al tappo. –Versate al suo interno zucchero e residui di frutta in piccoli pezzi. -Riscaldate un ago e forate la bottiglia in due punti in modo da farci passare un fil di ferro o uno spago. –Legatela al ramo di un albero. Posizionate la trappola ad una certa distanza di sicurezza da dove abitualmente vi trovate e nel giro di qualche giorno, con molta probabilità, la bottiglia si riempirà di calabroni. La poltiglia, cominciando a fermentare, attirerà gli insetti al suo interno e rimarranno intrappolati. Per conoscerli meglio consulta la nostra pagina relativa a vespe e calabroni: INFESTANTI>VESPE E...
Vuoi scoprire alcune curiosità sugli scarafaggi?

Vuoi scoprire alcune curiosità sugli scarafaggi?

Vi scriviamo due tra le curiosità più ricercate sugli scarafaggi: perchè quando gli scarafaggi muoiono vengono ritrovati spesso a pancia in su? È vero che gli scarafaggi possono sopravvivere parecchi giorni anche senza testa? Per quanto riguarda la prima domanda dobbiamo tener presente, prima di tutto, le loro abitudini. Il luogo frequentato maggiormente da blatte e scarafaggi è proprio la cucina. Andando alla ricerca di acqua e cibo vengono avvistati abitualmente sotto il lavello, dietro il frigorifero, dietro la lavastoviglie o anche nella canna fumaria. Spesso entrano nelle nostre case insieme a scatoloni utilizzati magari per un trasloco. Sarà importante individuare, per un adeguato intervento di disinfestazione contro blatte e scarafaggi, il luogo dove maggiormente vanno a rifugiarsi. E’ interessante sapere che le specie che abitano le nostre case sono originarie di paesi tropicali, africani. Nel momento in cui si trovano su superfici lisce e scivolose come i pavimenti delle nostre cucine difficilmente riescono a girarsi quando accidentalmente si trovano a pancia in su. In molti casi, però, blatte e scarafaggi vengono uccisi da insetticidi comuni provocando degli spasmi muscolari che lo portano capovolgersi. L’effetto di questi agenti chimici elimina il controllo muscolare che lo lascia, quindi, morire in quella posizione. Per quanto riguarda la seconda domanda, la risposta è SI, gli scarafaggi posso vivere alcuni giorni anche senza testa. Questi insetti sono sprovvisti di rete arteriale, di conseguenza se decapitati, non perdono sangue e neanche l’ossigeno cessa di arrivare agli organi vitali. Non respirano attraverso il naso come noi ma tramite delle fessure sul corpo, nella zona ventre. In questo modo non sarà di certo il cervello a...